Frank Heinkel

Frank Heinkel è originario di Dettingen-Erms, a sud di Stoccarda. Per pochi istanti, nel 1996, ha sentito i toni caldi e terrosi del didgeridoo dalla radio della cucina in un documentario australiano. Lo capì subito: “Voglio suonare il didgeridoo”. Durante i suoi studi sportivi presso l’Università tedesca dello sport di Colonia e la sua formazione come insegnante Feldenkrais negli Stati Uniti, ha imparato a suonare da solo. La passione è diventata professione.

Grazie alla sua precedente esperienza in vari cori e fertilizzato dai versatili timbri del didgeridoo, Frank canta anche i mistici stili di suono mongolo. Tecniche di canto in cui la voce sembra produrre più note contemporaneamente.

Un altro strumento insolito del suo repertorio, che ha imparato a suonare a un festival irlandese e che ha imparato ad amare durante un viaggio di studio in Burkina Faso. Uno strumento a corde simile a un’arpa proveniente dall’Africa occidentale, il “Kamale N’goni”. Ha un’eufonia molto piacevole, leggera e pulsante.

Seguendo il suono

Nel frattempo, Frank Heinkel ha maturato 20 anni di esperienza musicale in molti paesi europei e negli Stati Uniti.

Sia in occasione di serate di gala, celebrazioni aziendali, presentazioni di prodotti, festival, mostre, spettacoli di cabaret, in ristoranti dark, in scuole e asili, come insegnante o come musicista di strada. Si è esibito come solista in orchestre sinfoniche di fiati come la Landesblasorchester LBO, la Robert BOSCH Werksorchester e dal 2014 fa parte della “Orchester der Kulturen”.

Ha pubblicato 5 CD con la sua etichetta “openroads”.